COSA SONO LE DENOMINAZIONI DOP, P.A.T. E PRESIDIO SLOW FOOD

Per garantire sempre più la qualità dei prodotti ci avvaliamo di prodotti continuamente sottoposti a controlli e certificazioni. Qui di seguito vi indichiamo il significato delle sigle che tutelano i prodotti che selezioniamo per voi

DOP

La denominazione di origine protetta, DOP, è un marchio di tutela giuridica che viene attribuito dall'Unione europea agli alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente o esclusivamente dal territorio in cui sono stati prodotti.

L'ambiente geografico comprende sia fattori naturali (clima, caratteristiche ambientali), sia fattori umani (tecniche di produzione tramandate nel tempo, artigianalità) che, combinati insieme, consentono di ottenere un prodotto inimitabile al di fuori di una determinata zona produttiva.

Affinché un prodotto sia DOP, le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione devono avvenire in un'area geografica delimitata. Chi fa prodotti DOP deve attenersi alle rigide regole produttive stabilite nel disciplinare di produzione. Il rispetto di tali regole è garantito da uno specifico organismo di controllo.

I prodotti DOP si riconoscono dal seguente simbolo

P.A.T.

I Prodotti Agroalimentari Tradizionali (P.A.T.), sono una cosa tutta italiana, l’ultima categoria di alimenti abbinata a una politica di qualità nel campo agro-alimentare. Rispecchiano nuove esigenze e tendenze da parte sia dei consumatori, sia dei piccoli produttori locali.
Il “sistema” dei prodotti tradizionali è regolamentato dal D.M. del 18 luglio 2000 pubblicato nel supplemento originario n. 130 della Gazzetta ufficiale n. 194 del 21 agosto 2000 “Elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali”.
Per prodotti tradizionali, si intendono le produzioni ed i beni agroalimentari a carattere di tipicità, con caratteristiche tradizionali, le cui procedure nelle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura, risultano consolidate dal tempo.
Il requisito per essere riconosciuti come P.A.T. è quello di essere “ottenuti con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati nel tempo, omogenei per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai venticinque anni”.
I P.A.T. sono prodotti inclusi in un apposito elenco, predisposto dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali con la collaborazione delle Regioni.

PRESIDIO SLOW FOOD

L'associazione Slow Food, che si occupa dei prodotti di nicchia, concorre alla tutela e al rilancio di produzioni tradizionali, artigiane e a rischio di scomparsa. Si propone di far conoscere tutta una serie di produzioni minori, non industriali, che stanno ricevendo negli ultimi anni sempre maggiore attenzione da parte del consumatore, attraverso zone tutelate chiamate Presidio Slow Food.
I Presidi sostengono le piccole produzioni eccellenti che rischiano di scomparire, valorizzano territori, recuperano mestieri e tecniche di lavorazione tradizionali, salvano dall’estinzione razze autoctone e antiche varietà. I Presidi coinvolgono direttamente i produttori, offrono l’assistenza per migliorare la qualità dei prodotti, facilitano scambi fra Paesi diversi e cercano nuovi sbocchi di mercato (locali e internazionali).